Sketches

Rassegna annuale di Contemporary Music Hub

Venerdì 2 Dicembre ore 20.30
Fabbrica del Vapore – via Procaccini 4
Ingresso libero


Esther Flückiger, Marcela Pavia, Omar Cyrulnik e Massimo Marchi presentano il Doppio Concerto:


Buona vista social HUB

Ricordando il film di Wim Wenders (Buena Vista Social Club) in un gioco di rimandi a specchio, questo
Doppio concerto riflette le infinite linee che collegano il lavoro creativo di questi 3 artisti.
Esther Flückiger e Marcela Pavia vantano un lungo sodalizio visibile attraverso numerosi concerti e
progetti quali il Progetto Flair e coronato con il Progetto Ira-Arka.
Omar Cyrulnik e Marcela Pavia collaborano da molti anni; molti i loro progetti tra cui Limina
attraverso il quale hanno organizzato concerti in Argentina e Italia collaborando anche con il Trio
Flair di Esther Flückiger, per la realizzazione di un concerto presso il teatro Colon di Buenos Aires del
quale, Omar Cyrulnik, è stato Direttore Artistico (Centro di Musica Contemporanea del teatro Colon).
Come corollario di questo percorso il doppio concerto vedrà riuniti alla fine tutti e tre gli artisti come
sigillo di questa visione estetica ad ampio raggio.


Prima parte – Skizzen:
Esther Flückiger coglie l’occasione e prende questo titolo in parola.
Schizzi d’arte musicale come concetto per dare una panoramica del suo lavoro compositivo per pianoforte, handpan ed elettronica degli ultimi anni. Il termine è usato in contesti diversi, sia nell’arte che nella vita che  può essere anche considerato come un’accumulazione di schizzi. Schizzi che volano dentro e fuori il pianoforte e nell’ambiente intorno e dentro e fuori di noi.
Esther Flückiger: Pianoforte, hang, oggetti dello spazio e elettronica
Massimo Marchi: Regia del suono



Seconda parte – Liminal:
Concerto-opera: Decomposing the Composed
di Omar Cyrulnik e Marcela Pavia
Regia del Suono: Massimo Marchi
Omar Cyrulnik: chitarra, percu-chitarra estemporanea
Marcela Pavia: composizione e improvvisazione elettroacustica, decomposing and composing the
composed e Orba Artiphon
Altre musiche: Piazzolla, Brouwer, Freiberg, Moscardini e Pavia

Decomposing the composed è uno spettacolo per chitarra amplificata, elettronica e controllers.
Decomposing perchè le musiche vengono decomposte, re-composte o interpolate in un paesaggio
sonoro che si costruisce dalle radici folkloriche alle esperienze contemporanee senza soluzione di
continuità. I singoli brani fondono liminalmente la propria identità in favore di una macro-forma che
diventa l’opera: non aggregazione di elementi ma mosaico con un disegno proprio.


Programma prima parte

Musiche originali di Esther Flückiger:
Sin espacio
La mano colorata
Hic aut usquam
Mistery inside
Floating Figures
Puesta de Sol
Take off


Programma seconda parte
Astor Piazzolla
: Acentuado, Compadre (da Cinco pezzi per chitarra)
Leo Brouwer: Elogio de la danza
Marcela Pavia: Malambo
Carlos Moscardini: Camino de las tropas
Leo Brouwer: Danza caracteristica
Pablo Freiberg: Sombras de octubre
Marcela Pavia: Fideal
Brouwer, Moscardini, Pavia, Flückiger: Coda