Massimo Marchi

foto © Diego Ronzio



Massimo Marchi (Venezia, 1966)

Studia pianoforte con Anna Colonna Romano e clavicembalo con Maria Vittoria Guidi presso il Conservatorio Benedetto Marcello. Trasferitosi a Roma, si perfeziona nei successivi 5 anni in esecuzione pianistica con Rodolfo Caporali. Studia anche Musica Elettronica sempre al Conservatorio B. Marcello con Alvise Vidolin. Alla Biennale di Venezia 1993 frequenta un seminario sulle prassi esecutive sul live electronics di Luigi Nono tenuto dell’ensemble degli ultimi suoi musicisti e registi del suono dello studio H. Strobel di Friburgo. Dopo aver conseguito il Master in management artistico e dello spettacolo dal vivo all’Università Cattolica di Milano, nel 1999 entra in AGON, centro milanese di ricerca e di produzione musicale e multimediale legato all’applicazione della tecnologia e dell’informatica in campo artistico nello spettacolo dal vivo e delle performing arts. Dal 2004 è membro del cda e dal 2012 ne è Presidente.

La sua attività professionale artistica di musicista comprende sia la regia del suono che la programmazione informatica degli ambienti esecutivi e l’esecuzione e interpretazione nei concerti e spettacoli. Molto spesso è anche direttore della produzione dei progetti produttivi e soprattutto coordina il fund raising.

A fianco di numerose partecipazioni a festival nazionali e internazionali, esegue concerti in Italia e all’estero, realizzando la regia del suono di spettacoli e concerti e l’esecuzione dal vivo delle parti di musica elettronica, live electronics e multimediali. Un elenco non esaustivo comprende: opere (Il letto dello storia di F. Vacchi, Maggio Musicale Fiorentino, Firenze 2003; Gesualdo considered as a murder di L. Francesconi, Amsterdam 2004; Kolot di Y. Avital, Teatro Dal Verme di Milano, Teatro Parma 2 di Parma, Festival REC di Reggio Emilia, 2008) concerti con orchestra (Voiceless voice in Hiroshima di Hosokawa, Deserts di E. Varèse entrambi con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Sala Verdi, Festival Milano Musica, 2007 e 2009) concerti per medi e piccoli ensemble, con o senza solisti, (A pierre di L. Nono. Piccolo Teatro Studio di Milano, Festival Milano Musica 2000, Caminata di Vito von Thummel di F. Nieder, auditorium di Milano, Festival Milano Musica 2006; Respondit di L. Francesconi, Brescia 2009; Una voce chiamaQuanta oscura selva trovai di G. Manzoni, Milano e Treviso 2006, Festival SaT AGON-Fondazione Benetton, Treviso 2005; Angelus Novus di A. Melchiorre, Venezia, S. Giorgio in Isola, Padova, Basilica di S. Giustina 2007; Spazier klang aves creaturas di E. Flückiger, Kulturhalle Dampfzentrale Festival, Berna, Vortragssal des Museums für Gestaltung, Zurigo, Università Bicocca, Milano, Festival MiTo, 2010; Lefkara Moirai di Y. Avital, Lefkara, Cipro 2009; Il tempo sullo sfondo di A. Gentilucci, Echo Kanyon di K. Tanaka, Teatro Dal Verme di Milano, Festival Milano Musica 2009; Relief Statique e Stanza II di T. Takemitsu, Sala Puccini, Milano Festival Milano Musica 2009). Oltre alla regia del suono ed esecutore live electronics sovrintende il coordinamento tecnologico/informatico musicale di molte produzioni (Saturne di H. Dufourt, Sala Verdi di Milano e Cassandre di M. Jarrell, Teatro Strehler di Milano, Festival Milano Musica 2010; Kontakte, Stimmung e Hymnem di K. Stockhausen, Teatro dal Verme di Milano, Festival Milano Musica 2008). Ha curato la direzione della produzione delle parti di musica elettronica di numerose nuove produzioni, tra cui le colonne sonore di F. Vacchi per Centochiodi e Cantando dietro i paraventi di E. Olmi. Nel 2012 ha progettato l’implementazione tecnologico-informatica e la regia del suono di Turing, a staged case history, spettacolo multimediale interattivo, produzione AGON, in cartellone al Piccolo Teatro di Milano dal 20 al 25 novembre 2012. Nel 2013 ha eseguito la regia del suono e le parti elettroniche di Spazier_klang di E. Flückiger e Maura Capuzzo, prod. AGON, al PAC di Milano per Piano City 2013. Ha curato l’implementazione dell’ambiente informatico esecutivo ed eseguito il live electronics e la regia del suono di 4 klang aktion di E. Demetz per i Süd Tirol Award 2013 al Teatro Comunale di Bolzano il 19 ottobre 2013 e nel 2014 di Paravis, sempre di E. Demetz, per accordeon, ensemble e live electronics per il Klangspuren Festival di Schwaz, Austria, il 25 settembre 2014. Sempre nel 2014 è a Ravenna al Teatro Rasi per i Concerti dell’Accademia Filarmonica con Anna Livia Plurabelle di F. Paradiso.

Regie del suono e live electronics in installazioni e spettacoli più rilevanti degli ultimi 5 anni:

  • L’età d’oro di Milano XV sec opera urbana per musica e immagini di AGON e Castagna&Ravelli, prod. AGON, Facciata di Palazzo Reale di Milano, 2015
  • Duello spettacolo multimediale di M. Tadini, prod, AGON, Merano, Festival Transart, 2015
  • Notturno, audiovisual performance di G. Sancristoforo prod. AGON, prima rappresentazione Teatro Valli, Festival Aperto, Reggio Emilia 2010 e poi Teatro Out-Off, Milano, Danae Festival 2015
  • Cosmo, i 4 elementi nell’universo di Leonardo da Vinci, spettacolo di E. Flückiger e P. Pirelli, testi di A. Felder, prod. AGON, Teatro Franco Parenti, Milano; Teatro San Materno, Ascona; Teatro Studio Foce, Lugano, 2015
  • Alle tacenti Stelle di L. Sammarchi, Sansepolcro, Festival delle Nazioni, 2017
  • …e immediatamente diventai sapiente, musiche di F. Paradiso, testi di G. Barbieri, prod. AGON, Sansepolcro, Festival delle Nazioni 2017, Basilica di San Vitale, Ravenna Festival 2019
  • Espace Hybride,con il flautista M. Zurria, AGON 2018
  • Nibhodata di R. Nova, Palazzo Reale Milano, Ethno Music Festival 2018
  • 28° Festival Milano Musica, 2019 (Etymo II di L. Francesconi, Auditorium di Milano, Orchestra La Verdi, Hymnemdi K. Stockhausen, Sala Verdi di Milano, Uversa, Edentia e Paradies di K. Stockhausen, Planetario di Milano, Festival Milano Musica 2019, Quanta oscura selva trovai di G. Manzoni, Animus e Animus IIb di L. Francesconi, Teatro Franco Parenti)
  • Verso Nikà, di E. Flückiger, prod. AGON, Pantelleria 2019 e Fabbrica del Vapore, Milano, Festival Vapore d’Estate, 2020
  • Grab them! Con Icarus EnsembleA. Schubert, M. Beil e Jacob TV, Reggio Emilia, Festival Aperto, ottobre 2021
  • Piano Hero! (Ciclo completo) di Stefan Prins Con Diego Petrella, Milano, Piano City, maggio 2022
  • Kassia, con Juliet Fraser, Verena Usemann, Christie Finn e Konrad Fichtner, Salisburgo, Salzburger Festtage alter und neuer Musik, ottobre 2022

È stato docente di musica elettronica e informatica musicale presso il Conservatorio C. Pollini di Padova, il Conservatorio B. Marcello di Venezia, l’Accademia Internazionale – Civica Scuola di Musica di Milano, il Conservatorio G. Fresobaldi di Ferrara, il Conservatorio G. Verdi di Milano e il Conservatorio C. Monteverdi di Bolzano. È docente di ruolo di Musica Elettronica al Conservatorio G. Verdi di Milano. Nel triennio 2019 – 2022 è stato anche componente del CdA.